Traduzioni giurate per aziende di import/export

Documenti fiscali, bancari e bilanci

Traduciamo per le aziende, che si occupano di import/export:

  • libri
  • registri
  • scritture contabili
  • visura camerale
  • bilancio d’esercizio
  • consolidato
  • relazioni finanziarie

e tutto l’insieme degli altri documenti di cui si necessita nei rapporti con gli intermediari, gli investitori e le banche. Garantiamo, non solo velocità di esecuzione nel rispetto delle tempistiche stabilite, ma soprattutto traduzioni estremamente accurate e precise da un punto di vista linguistico, coerenti rispetto al settore di riferimento, puntuali nell’uso della più corretta terminologia approvata a livello internazionale. Proprio per la delicatezza e l’importanza di tali contenuti aziendali, affidiamo ogni incarico solo a traduttori professionisti con comprovata esperienza in questo campo, scrupolosi nella resa della semantica e della sintassi per quanto riguarda la lingua di destinazione, come nell’uso di tecnicismi lessicali.

Atti legali, contratti, statuti e procedure

Ci occupiamo di tradurre per le stesse aziende anche:

  • fusioni e acquisizioni
  • sentenze e decreti
  • statuti societari
  • atti giudiziari e costitutivi
  • controversie e arbitrati
  • condizioni di vendita e privacy
  • due diligence

Quindi l’intera documentazione legale e contrattualistica, che blinda l’impresa nei suoi rapporti con l’estero. Il processo di globalizzazione e l’accrescimento del mercato comune incrementano anche le collaborazioni fra aziende estere. Un tale sviluppo genera una costante richiesta di traduzioni di natura burocratica, che gestiamo nei tempi richiesti  con la massima attenzione e professionalità. Ecco perché ci affidiamo solo a traduttori specializzati e iscritti all’Albo con regolare protocollo, in quanto tutte le traduzioni di documenti, che devono avere valenza legale in una nazione diversa da quella del documento d’origine, vanno gestiti con estrema precisione in ogni sua minima parteProfili aziendali, cataloghi e brochure,

Contenuti commerciali

Ogni azienda ha bisogno di curare anche la sua comunicazione, traduciamo:

  • comunicati stampa
  • campagne pubblicitarie
  • magazine aziendali
  • depliant
  • ricerche di mercato
  • cataloghi e schede prodotto
  • etichette

Comprendendo, quindi, tutti gli altri contenuti commerciali, che riguardano la presenza online e offline di un’impresa. Lo scambio di merci o servizi, oltre i confini nazionali, comporta la necessità per le aziende di trasmettere il valore della propria attività, nel settore di riferimento, anche all’estero. Da qui la necessità di tradurre ogni messaggio, che riguarda la propria offerta, nella lingua di destinazione in modo diretto e coerente. In questo campo specifico, infatti, le traduzioni giurate di natura commerciale hanno il compito di presentare l’azienda e i suoi prodotti, o servizi, sul mercato internazionale: i nostri traduttori, infatti, devono corrispondere perfettamente ogni messaggio che riguarda la strategia di comunicazione adottata.

Manuali d’uso, schede tecniche e capitolati

Traduciamo per le aziende ogni contenuto tecnico, quindi:

  • manuali di qualità
  • manuali d’uso e manutenzione
  • norme di sicurezza
  • libretti e patenti
  • brevetti
  • gare (bandi e procedure)
  • software

e gli altri documenti tecnici e/o scientifici, di cui dispone l’azienda, per qualsiasi uso legale e commerciale. Per una corretta installazione e un adeguato utilizzo di macchinari, come anche per l’istruzione di prodotti, le imprese, che commercializzano con l’estero, hanno bisogno di tradurre i loro manuali tecnici e/o scientifici in tutte le lingue dei paesi di destinazione, con i quali commercializzano. Ci avvaliamo di traduttori che hanno un’elevatissima competenza specifica in traduzioni tecniche. Un traduttore tecnico, infatti, è adeguatamente formato per il raggiungimento di standard di qualità ottimali nella propria mansione. In questo campo al traduttore sono richieste competenze, che vanno ben oltre la semplice abilità linguistica.

Traduzioni giurate per i privati cittadini

Traduzioni titoli di studio (pagelle, diploma, laurea)

Il percorso di formazione ed educazione si completa sempre più spesso all’estero: la traduzione delle pagelle (rilasciate dalle scuole primarie e secondarie in Italia), del diploma di studio o dell’attestato di laurea è necessaria per l’iscrizione presso Università straniere, corsi di Master e Specializzazione e, spesso, anche per intraprendere la carriera lavorativa in un altro paese. Il processo di globalizzazione, infatti, coinvolge non solo studenti ma anche professionisti, che richiedono sempre più frequentemente il riconoscimento dei titoli di studio, sia conseguiti all’estero, sia in Italia ma da far valere altrove.

Viene richiesto che le traduzioni dei titoli di studio siano certificate con valore legale, quindi, a seconda del caso, asseverate e/o legalizzate.

Agli studenti universitari per l’omologazione dei voti e il riconoscimento degli esami viene richiesta la traduzione giurata del diploma originale. Siamo specializzati nella traduzione di titoli di studio, aiutando l’intera categoria nella presentazione dei certificati per le pratiche legali, che stanno affrontando. I nomi dei corsi di studio e dei singoli esami verranno tradotti con precisione e professionalità. Disponiamo, inoltre, di un servizio di spedizione in tutto il mondo dei documenti di studio tradotti, senza che il cliente debba più preoccuparsi di nulla, se non di preparare la valigia per il suo soggiorno all’estero.

Grazie al nostro servizio il cliente riceve in pochissimi giorni i documenti cartacei tradotti e completi di asseverazione, pronti per l’uso. Il nostro valore aggiunto è l’invio via mail della scansione del plico cartaceo giurato: in brevissimo tempo si possono ricevere i documenti in formato digitale.

Documenti personali

Quando si ha la necessità di autenticare un documento ufficiale, si rientra in uno di questi tre casi:

    1. validare un documento all’estero rilasciato in Italia;
    2. utilizzare un documento rilasciato da un Consolato presente in Italia;
    3. utilizzare in Italia un documento rilasciato all’estero.

Nel primo e secondo caso è necessaria la traduzione giurata (o asseverata), a cui dovrà seguire anche la legalizzazione di firma o l’apostille (in alternativa alla legalizzazione quando il Paese di destinazione è firmatario della Convenzione dell’Aja), mentre nel terzo basta solo l’asseverazione, perché si presuppone che la legalizzazione è stata già fatta nel Paese di provenienza. Ricordiamo che I documenti esteri, per essere autentificati nel nostro paese, devono essere tradotti in italiano.

Siamo specializzati nella traduzione giurata di documenti ufficiali, quali:

  • atti civili (certificati di nascita, matrimonio, sentenza di divorzio, certificati generali del casellario giudiziale e dei carichi pendenti)
  • atti legali (o atti pubblici);
  • documenti di identità, passaporto, patente di guida
  • visti consolari (per lavoro o studio)
  • asilo politico
  • ricongiungimenti familiari
  • cessione patrimoniale
  • certificati medici.

Il processo di asseverazione, ossia la traduzione giurata dei documenti ufficiali sopraelencati, si completa o attraverso il Tribunale (presso il Giudice di Pace) o attraverso la Procura della Repubblica. Spieghiamo in dettaglio entrambi i procedimenti.[ì

Asseverazioni

Tribunale e giudice di pace

L’asseverazione altro non è che una dichiarazione giurata, attraverso la quale il traduttore garantisce la correttezza della traduzione di un documento rispetto all’originale, dichiarazione che viene consegnata all’ufficio giudiziario competente.

Presso il Tribunale ci impegniamo a consegnare, oltre al documento in originale e alla sua traduzione, il cosiddetto verbale di asseverazione, nel quale inseriamo i dati del nostro traduttore, il suo titolo, la lingua di partenza e destinazione del documento, le pagine di cui è composto, indicando sempre nel verbale se sono stati aggiunti degli allegati, infine la firma, il timbro e le marche da bollo (che includiamo nel costo del nostro servizio).

Ricordiamo che il traduttore, affinché un documento venga asseverato, deve essere o abilitato alla Camera di Commercio o da altro ente, come il Consolato, o iscritto all’albo dei Traduttori e Interpreti, può essere anche un Consulente Tecnico d’Ufficio del Tribunale (CTU).

Il fascicolo spillato, non più scomponibile, deve essere composto dai documenti sopraelencati e riuniti con il timbro di congiunzione, che viene apposto dal Giudice di Pace. Al fascicolo stesso viene attribuito un numero di protocollo e viene iscritto nei registri del Tribunale.

Così facendo la traduzione ha valore legale per il territorio italiano, ossia è stato completato il processo di asseverazione, di cui ci occupiamo interamente noi, consegnando il documento asseverato nei tempi richiesti (ricordiamo anche che non è richiesta la presenza del committente dinnanzi alle autorità competenti per asseverare il documento).

Procura della Repubblica

L’iter da seguire per l’asseverazione di un documento è il medesimo sia che ci rivolgiamo presso il Tribunale che presso la Procura della Repubblica. Anche in quest’ultimo caso il nostro traduttore si assume la piena responsabilità dell’intero contenuto della traduzione.

L’asseverazione, dunque, è il processo attraverso cui si certifica la validità della traduzione di un documento presso le autorità competenti (Giudice di Pace o Procura): il nostro traduttore, in entrambi i casi, reciterà di “aver bene e fedelmente proceduto alle operazioni peritali e di non aver altro scopo di quello di far conoscere la verità”, assumendosene la totalità responsabilità con la sua firma.

Il fascicolo deve essere composto, sempre e in ogni caso, dal documento originale, dalla traduzione giurata e dal verbale di asseverazione, compilato in ogni sua parte e accompagnato dalle marche da bollo, infine timbrato e firmato. L’unica differenza riguarda la destinazione del documento.

Se, infatti, la traduzione è destinata all’estero, allora si rende necessario legalizzare la firma del cancelliere alla Procura della Repubblica presso il Tribunale. La legalizzazione, quindi, non riguarda direttamente il lavoro del nostro traduttore, ma ha a che vedere con le autorità emittenti quel dato documento.

Documenti per Apostille

Paesi aderenti alla Convenzione dell’Aja

La Convenzione è un trattato internazionale, sottoscritto da diversi paesi, adottato a l’Aja il 5 ottobre 1961, nel quale viene specificato che un documento, emesso in uno dei paesi appartenenti alla Convenzione, può essere validato per scopi legali in tutti gli altri stati sottoscrittori. In altre parole: la certificazione del documento, detto apostilla, è valida per tutti i paesi che fanno parte della Convenzione, quindi non si rende necessaria una doppia certificazione da parte del paese originario e di quello ricevente.

Di seguito elenchiamo quali sono i paesi sottoscrittori della Convenzione dell’Aja.

Per l’elenco completo e aggiornato, scarica questo documento.

Paesi non aderenti alla Convenzione dell’Aja

Oltre l’apostille esiste un’altra forma di legalizzazione, che riguarda i documenti da validare per i paesi, che non hanno sottoscritto la Convenzione. In questo caso bisogna verificare in che modo i documenti legali stranieri possono essere certificati per il loro uso. In Italia l’autorità incaricata a questo tipo di legalizzazione per gli atti giudiziari è la Procura della Repubblica, per gli altri tipi di atti ci rivolgiamo alla Prefettura.

PREVENTIVO ON-LINE IMMEDIATO

  • Trascina i file qui oppure
      E' possibile caricare più file inserendoli uno per volta. Dimensione massima per singolo file: 128MB.
    • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.